CONCERTO in quartetto. Consegna Premio “Zingari Felici”
1 settembre 2017
21:00
CARMIANO (Le), "Cineteatro Lumiere"
Google Map

venerdi’ 1 settembre 2017, h20.30
L’associazione “Civilia” e
l’amministrazione comunale
di CARMIANO (Le) presentano:

 

LUIGI MARIANO in “Canzoni all’angolo”:
CONCERTO con premiazione e consegna del
Premio Civilia Zingari Felici
(miglior disco salentino 2016)

 

Formazione:

Luigi Mariano: voce, pianoforte, chitarra acustica, armonica.
Alessio Gaballo: basso e chitarra
Giulio Rocca: batteria e percussioni
Gianluca Milanese: flauto

 

ospite:
Mino De Santis (cantautore)

 

Qui VIDEO live di “Come orbite che cambiano

 

Qui VIDEO live di “L’ora di andar via

 

QUI SOTTO: VIDEO della PREMIAZIONE!

 

Il Quotidiano di Puglia, 30 agosto 2017

 

_______________________________

LE MIE IMPRESSIONI:

Profondamente commosso da questa serata al Teatro di Carmiano, dalle ricche (e fin troppo generose) parole di motivazione del premio (vedi giù).
Commosso dalla commozione dell’assessore Stefania Arnesano, donna eccezionale e fuori dal comune, di cui Carmiano dovrebbe sentirsi davvero sempre orgogliosa.
Commosso dalla stima dei giurati (in particolare del giornalista Gabriele De Blasi, che ho avuto occasione di conoscere dopo il concerto) e commosso da quella ormai “storica” dell’associazione Civilia, con Marcello Centonze, Franca Tondo, Alberto Minafra e tutti gli altri: persone con cui ho ormai un’empatia speciale, che parte da lontano.
Commosso dalla professionalità dei miei amici musicisti, impeccabili: Giulio Rocca alla batteria, Alessio Gaballo al basso e chitarra e Gianluca Milanese al suo flauto.
Commosso dall’amicizia fraterna donatami da Mino De Santis, dalle sue poesie senza tempo suonate assieme (io al piano, lui alla chitarra: “Arburu te ulie” e “Lu fiju a Milanu“) e dal suo aver davvero tanto amato il mio disco, cosa che mi onora.
Commosso da questo premio, che considero tra i più importanti mai ricevuti, visti i molteplici generi e fermenti musicali (rock, jazz, funky, reggae, folk, etnica, world, pop, tradizionale, ecc) presenti in questa terra ricchissima di talenti. Commosso dal teatro: pienissimo. Commosso dai fiori, dall’attenzione, dall’umanità.

Mi sono sentito abbracciato. Da tutti.
E in questo periodo ne avevo bisogno.

Grazie di cuore a chi ha prodotto/pensato (Pierre Ruiz) e arrangiato/realizzato (Alberto Lombardi), assieme a me, questo disco: due pilastri essenziali.
Un grazie a tutti i fan e i cari amici accorsi anche da Gallipoli, Lecce e Galatone (in particolare Giovanna, Gina Pennetta, Mariateresa Funtò, Francesca Funtò, Tonia Innocenti), ma anche ai tanti che non mi avevano mai visto e che mi hanno voluto stringere la mano: le parole che ho ricevuto sotto il palco, al firmacopie, sono meraviglie da tenere per me, a lungo, nel cuore.