SET MUSICALE per “A LEVANTE” (nascita rivista culturale)
3 gennaio 2008
18:30
GALATONE, "Madonna delle Grazie"
Google Map

Giovanni Santi e
Luigina De Prezzo

 

 

Nascita di
A LEVANTE”
rivista culturale
di Galatone

 

 

ospiti:
Luigi Mariano
Luigi Nico
(piano)
Luigi Bruno
Claudio Tuma
Pasquale Chirivì (basso)

 

 

brani eseguiti:
Percorso logico
A mille miglia da qui
Il negazionista

 

 

 

 

 

VIDEO con la poesia
Per fermare quel portone
(di Manuela Migliaccio)

 

_______________________________

LE MIE IMPRESSIONI:

La serata di musica e poesia per la neonata associazione culturale “A LEVANTE” è andata bene, carina carina è scivolata via con grande semplicità, tra varie poesie, canzoni, musica e riflessioni. Gli unici problemi concreti, per quanto mi riguarda sono stati: mentre leggevo la poesia di Manuela, nella luce non diretta, a volte stentavo a leggere bene, incespicando qua e là come un principiante. Ma non fa niente.
Sulle canzoni invece (a parte il suono alto, stridulo e orrendo della mia chitarra, quella salentina, che prima o poi cambierò) c’è stato un microfono a cui si è evidentemente esaurita la dose di Viagra e che dunque mi s’è afflosciato piano piano sul più bello in due canzoni, obbligandomi a piegare il corpo e le ginocchia.
Luigi Nico mi ha accompagnato brillantemente al piano elettrico nei primi due pezzi.
Giulia Santi (anche presentatrice della serata), Teresa Musca, Marilena Cataldini, Stefano Linciano e Manuela Migliaccio si sono alternati perfettamente a leggere le poesie.
Pasquale Chirivì ha voluto accompagnarmi al basso elettrico nella prima canzone “Percorso logico” e, pur non conoscendo affatto il brano, lo stesso è riuscito a starmi dietro, da grande qual è. Stento a capire come diavolo faccia. Misteri insondabili da non scoprire.
Per il resto, ho incontrato Elio Scarciglia, sono molto felice d’aver rivisto la signora Marisa Cipressa, la prima a credere nelle mie doti artistiche già all’età di 11 anni, lanciandomi a recitare (nel ruolo nientemeno di giudice) in una recita teatrale scolastica. Inoltre ieri c’era anche il mitico Albertinìk, con babbo e mamma! C’era Silvia Ingrosso, c’era Francesco, c’erano Gianluca e Anna, c’era Nadia Linciano, c’erano addirittura mia madre e mia zia. E tantissimi altri: il refettorio scoppiava letteralmente di gente.
Favoloso il finale, con Claudio Tuma e Pasquale Chirivì. Da pazzi.
All’ultimo momento, due splendide canzoni del mio amico Francesco Rizzo, con Luigi Bruno alla chitarra elettrica.